Palazzo Penne

Palazzo Penne, Nápoles - opiniones y fotos

Las formas más populares de disfrutar de atracciones cercanas

La zona
Dirección
Urbanización : Pendino
Lo mejor cerca
Restaurantes
2.840 en un radio de 5 km
Atracciones
962 en un radio de 10 km

4.0
10 opiniones
Excelente
2
Muy bueno
5
Promedio
2
Mala
1
Horrible
0

clarca86
Avellino, Italia492 aportes
feb. de 2022 • Pareja
Molto simpatica la leggenda :che narra che palazzo fu costruito da Belzebù in una notte. In cambio l'anima del padrone, che con uno stratagemma non gli concesse più. Peccato che abbiamo visto solo la facciata esterna, anche un po' trasandata.
Escrita el 27 de febrero de 2022
Esta opinión es la opinión subjetiva de un miembro de Tripadvisor, no de TripAdvisor LLC.

tony b
3.884 aportes
ago. de 2021 • Amigos
Il palazzo è ubicato in un posto particolare ,tra vicoli secondari.
Visto dall'esterno emana un' essenza fantastica e misteriosa.
La credulita' popolare racconta che qui il diavolo fosse presente e si manifestasse con i suoi poteri maligni.
E molto malandato ma ciò nulla toglie al suo fascino .
Escrita el 14 de agosto de 2021
Esta opinión es la opinión subjetiva de un miembro de Tripadvisor, no de TripAdvisor LLC.

Luca S
Nápoles, Italia705 aportes
mar. de 2021 • Solitario
Come altri palazzi nobiliari della città sorge in un posto insospettabile: tra vicoletti angusti.
Leggete sul profilo i versi ( In latino) di Marziale
"Tu che volti la testa, o invidioso, e non guardi di buon grado questo palazzo, possa di tutto essere invidioso, visto che nessuno lo è di te.
Il palazzo Penne è visibile solo dall'esterno.
Escrita el 8 de abril de 2021
Esta opinión es la opinión subjetiva de un miembro de Tripadvisor, no de TripAdvisor LLC.

AnSaAncona
Ancona, Italia11.035 aportes
dic. de 2019
Difficile da individuare, privo di targhe e segnali, si trova in una piazzetta abbastanza in degrado, tra murales e cancelli dipinti ma in maniera disordinata e non certo artistica come invece si trovano in altri angoli della città. Questo palazzo, detto del diavolo (che, secondo leggenda, lo avrebbe costruito in una sola notte), risale al 1400. E’ chiuso e non si visita. Inutile perderci tempo. Al centro di una intricata vicenda anche giudiziaria per questioni di presunte occupazioni e tentativi di ristrutturazioni abusive pare che ancora non sia chiaro il suo destino futuro.
Escrita el 21 de marzo de 2020
Esta opinión es la opinión subjetiva de un miembro de Tripadvisor, no de TripAdvisor LLC.

miki
Nápoles, Italia305 aportes
mar. de 2019 • Amigos
Palazzetto si buona fattura purtroppo chiuso a in cattive condizioni di conservazione. Su questo luogo si racconta una storia leggendaria incredibile da cui deriva il nome.
Escrita el 17 de marzo de 2019
Esta opinión es la opinión subjetiva de un miembro de Tripadvisor, no de TripAdvisor LLC.

SERGIOBLUES
Nápoles, Italia1.413 aportes
jun. de 2017 • Solitario
Ciro il giornalaio e lo studio del fotografo Villani, Palazzo Penne era ancora pulsante di vita, chi ci abitava ed anche la sala pose del Maestro Fotografo nel cortile. Ora sono decenni che fa tristezza quel gioiello chiuso a tutti.
Escrita el 18 de mayo de 2018
Esta opinión es la opinión subjetiva de un miembro de Tripadvisor, no de TripAdvisor LLC.

domi751
Matera, Italia2.481 aportes
jul. de 2016 • Familia
Palazzo Penne conosciuto anche come palazzo del diavolo, per un antica credenza popolare. Vale la pena vederlo
Escrita el 27 de junio de 2017
Esta opinión es la opinión subjetiva de un miembro de Tripadvisor, no de TripAdvisor LLC.

Silvia C
Turín, Italia3.979 aportes
nov. de 2016 • Solitario
Lungo la strada che dalla Chiesa dei Santi Marcellino e FEsto mi riportava verso il centro di Napoli, ho fatto una brevissima deviazione per vedere questo famoso palazzo. Si chiama Palazzo del Diavolo per una bellissima leggenda che troverete tranquillamente su internet quindi non ve la sto a riportare qui. Il palazzo è carino ed è anche molto bella l'iscrizione sul portale. Vale la deviazione di 10 minuti.
Escrita el 13 de noviembre de 2016
Esta opinión es la opinión subjetiva de un miembro de Tripadvisor, no de TripAdvisor LLC.

GdN80100
Nápoles, Italia1.703 aportes
ago. de 2016 • Amigos
Antonio de Penna era il segretario e consigliere di Ladislao Il Magnanimo, re di Napoli. Si racconta che una volta giunto a Napoli, il de Penna s'innamorò di una stupenda ragazza, alla quale chiese di sposarlo. La fanciulla gli rispose che avrebbe acconsentito soltanto nel caso che il de Penna le avesse costruito, in una sola notte, un palazzo quale pegno d'amore e dono di nozze, cosa che richiedeva un aiuto particolare, quello del diavolo, che in cambio pretese la sua anima facendogli firmare un contratto col suo stesso sangue. Il de Penna riuscì comunque a farsi sottoscrivere una clausola che avrebbe rivelato a lavoro ultimato: il giovane chiese al diavolo di contare una grossa quantità di grano, chicco per chicco. Alla fine del conteggio, il diavolo constatò che cinque chicchi mancavano all'appello, senz'accorgersi che il de Penna, cospargendoli di pece, aveva fatto in modo che finissero inconsapevolmente tra le sue unghie. Il diavolo si adirò, il giovane si fece il segno della croce, costringendo così il primo a sprofondare in un buco apertosi nel pavimento. Quel buco è ancora lì presente.
Escrita el 31 de agosto de 2016
Esta opinión es la opinión subjetiva de un miembro de Tripadvisor, no de TripAdvisor LLC.

errebi2014
Naples, Campania, Italy39 aportes
nov. de 2014 • Amigos
E' emblematica la condizione in cui versa questo palazzetto rinascimentale posto nel centro storico di Napoli, vicino all'Istituto Orientale nei pressi della piazzetta Banchi Nuovi. La struttura meritevole di migliore attenzione è condannata ad avere una ridotta visibilità prospettica perchè la presenza di una baracchetta - probabilmente un chiosco di un acquafrescaio - inopinatamente è stata realizzata a pochi metri di distanza. Se a questo si aggiunge che trattasi di una zona trafficata e non sempre particolarmente ripulita si avrà un quadro approssimativo della triste realtà.
Anche in occasione del Forum della cultura che ha visto il passaggio di numerosi turisti e di gruppi organizzati, la situazione è rimasta immutata
Il palazzo Penne, fu costruito intorno al 1400 dal segretario de re Ladislao di Durazzo Antonio Penne. Il visitatore deve accontentarsi di vedere solo la facciata perchè non è possibile accedere all'interno. La facciata presenta un bugnato disposto su tre filari con al centro lo stemma del proprietario rappresentante una penna. I tre filari a loro volta sostengono altri otto filari con l'incisione del giglio angioino.
Il portale d'ingresso a forma di arco è pregevole mentre sulla facciata sono poste due incisioni di versi di Marziale.
Naturalmente nel corso dei secoli il palazzo passò attraverso vari proprietari e non mancano legende intorno alla sua costruzione. Nel 18° secolo fu acquistato dal vulcanologo Teodoro Monticelli - che dà il nome alla piazzetta antistante - che vi sistemò la propria collezione museale.Negli ultimi venti anni la sua sorte è passata attraverso occupazioni improprie e a volte abusive, tra il palleggiarsi di responsabilità tra Regione, Istituto Orientale, Comune......
Anche l'Unesco è intervenuto - giacchè l'intero centro storico è patrimonio tutelato- ma il recupero di tale palazzo iniziato e più volte interrotto è ancora da realizzarsi.
Escrita el 26 de noviembre de 2014
Esta opinión es la opinión subjetiva de un miembro de Tripadvisor, no de TripAdvisor LLC.
¿Falta algo o hay algo incorrecto?
Sugiere ediciones para mejorar lo que mostramos.
Mejorar este perfil
Preguntas frecuentes sobre Palazzo Penne