Chiesa di San Cristinziano

Chiesa di San Cristinziano, San Martino Sulla Marrucina

Chiesa di San Cristinziano
3.5
Lugares religiosos • Iglesias y catedrales
Leer más

3.5
3 opiniones
Excelente
0
Muy bueno
1
Promedio
2
Mala
0
Horrible
0

Ballerino62
Pescara, Italia1.754 aportes
ago. de 2021 • Solitario
La chiesa è nel centro del paese e non risale al X secolo come scritto nella recensione di sotto..ma è del XVII src, rifatta più volte volte causa sopratutto della guerra (i tedeschi minarono il campanile che collassò sulla facciata), l'interno è neoclassico con ricche statue e tele.
Quanto alla chiesa abbazia dell'antico castrum Sancti Martini, essa sorgeva fuori via Pirta da piedi lungo la via della Madonna del colle. Era una delle Badia di pertinenza di Montecassino e poi San Giovanni in Venere. A causa di incuria collassò nel 1919. Gravissimo peccato per la storia locale
Escrita el 16 de septiembre de 2021
Esta opinión es la opinión subjetiva de un miembro de Tripadvisor, no de TripAdvisor LLC.

idea0158
Province of Pescara, Italia67 aportes
may. de 2021
Sono rimasto fuori in quanto c'era una funzione in corso.
La facciata è bella come anche tutta la piazza antistante
Escrita el 2 de junio de 2021
Esta opinión es la opinión subjetiva de un miembro de Tripadvisor, no de TripAdvisor LLC.

theblondandthebrown
Italia193 aportes
nov. de 2015 • Amigos
La parrocchiale di San Cristinziano sorge proprio all'interno dell'antica corte del castello di San Martino (sulla Marrucina) oggi piccola e graziosa piazza comunale. La sua edificazione risale al X secolo ed ha una torre campanaria che anticamente era un torrione civico con tanto di orologio e passaggio alla sua base. All'interno la chiesa ha un aspetto tipicamente barocco, dovuto ai restauri del XIX secolo. Tra le cose da vedere, la statua patronale di San Giuseppe, legata ad alcune tradizioni religiose tipiche della cittadina, l'affresco de "i Santi Sposi" che si riferisce all'evento unico al mondo dello "Sposalizio di San Giuseppe" che si tiene nella cittadina ogni 23 gennaio (durante il quale le staute della Madonna e di San Giuseppe visitano in processione tutto il centro storico per celebrare il loro matrimonio. Durante l'evento è possibile per tutte le coppie rinnovare i voti matrimoniali ed alla fine vengono distribuiti ciuffetti di confetti benedetti, beneauguranti per tutti ma soprattutto per le coppie che devono sposarsi), gli affreschi di scuola guardiese delle volte e sopratutto due pregevoli tele una della seconda metà del '500 ed una dei primi del '600. La prima è attribuita ad un tardo discepolo abruzzese della scuola di Raffaello mentre la seconda è una delle poche in Italia in tre dimensioni (al suo centro era collocato un cristo ligneo). Non ancora collocata a disposizione dei turisti la spettacolare croce processionale in oro ed argento del XVI secolo, l'ultima della bottega di Nicola da Guardiagrele. La chiesa è dotata di un organo dal suono armonioso e merita una visita con una guida locale per scoprire tutta la sua antica storia.
Escrita el 29 de diciembre de 2015
Esta opinión es la opinión subjetiva de un miembro de Tripadvisor, no de TripAdvisor LLC.
¿Falta algo o hay algo incorrecto?
Sugiere ediciones para mejorar lo que mostramos.
Mejorar este perfil